Progetto

SISTEMI INNOVATIVI DI DRAGAGGIO

 

Il progetto di ricerca finanziato dalla Comunità Europea “MARINA PLAN: reliable and innovative technology for the realization of a sustainable marine and coastal seabed management plan” consiste nella verifica su scala industriale di una tecnologia innovativa e sostenibile per la gestione dei fondali degli imbocchi dei piccoli porti.

 

La tecnologia potrebbe rivoluzionare le modalità di gestione dei porti rendendo rade se non inutili le operazioni di dragaggio manutentivo. Infatti, l’attrezzatura evita la sedimentazione dei solidi in corrispondenza dell'imboccatura del porto mediante l'installazione di elementi sommersi appoggiati e fissati al fondale, chiamati "eiettori”.

 

Tali dispositivi, opportunamente flussati con acqua in pressione, sono capaci di aspirare la miscela solido/liquido presente nell'intorno e allontanarla, tramite tubazione, in un'area dove non sia ostacolo per la navigazione, mantenendo quindi sempre costante la quota del fondale.

 

Il progetto è partito nell’Ottobre 2016 e si concluderà il 31 Dicembre 2019, per una durata complessiva di 39 mesi.

 

immagine tratta da Google maps

 

Azioni in cui è suddiviso il progetto

A.1 Test preliminari: una serie di test preliminari sono svolti in campo per ottimizzare il funzionamento degli eiettori.

Responsabile: UNIBO
Collaboratori: TREVI, Comune di Cervia


B.1 Progettazione dell’impianto dimostrativo: sulla base dei risultati dei test preliminari e dei dati storici di caratterizzazione dell’area portuale è progettato l’impianto dimostrativo di dissabbiamento.

Responsabile: TREVI
Collaboratori: UNIBO, Comune di Cervia


B.2 Realizzazione, posa in opera e gestione dell’impianto dimostrativo: l’impianto dimostrativo è costruito, posto in opera e gestito per almeno 12 mesi.

Responsabile: TREVI
Collaboratori: UNIBO, Comune di Cervia


B.3 Realizzazione del “Piano di gestione del fondale”: sviluppo del Piano di gestione per la manutenzione dei fondali della bocca di porto, che descrive l’applicazione della tecnologia e le sue implementazioni sul sito specifico.

Responsabile: UNIBO
Collaboratori: TREVI, Comune di Cervia, ICOMIA


C.1 Monitoraggio degli impatti ambientali e socio-economici del progetto sul porto di Cervia: gli impatti ambientali e socio-economici dell’impianto dimostrativo sul porto di Cervia sono monitorati mediante una serie di specifiche campagne sui possibili obiettivi. I dati ricavati, uniti a quelli storici già presenti sull’area permetteranno un’analisi statistica nelle variabili spazio/tempo. Oltre a ciò, saranno misurati sia il consumo energetico dell’impianto, sia l’equivalente emissione di CO2.

Responsabile: Comune di Cervia
Collaboratori: UNIBO, ICOMIA, TREVI


D.1 Strumenti per la promozione del progetto e “Piano della Comunicazione”: sono prodotti tutti gli strumenti e i materiali utili per la corretta promozione del progetto, incluso il “Piano della Comunicazione”.

Responsabile: UNIBO
Collaboratori: ICOMIA, TREVI


D.2 Pianificazione ed esecuzione delle attività di promozione, analisi della replicabilità del progetto: networking e promozione.
Responsabile: ICOMIA
Collaboratori: TREVI, UNIBO, Comune di Cervia


E.1 Project Management, monitoraggio e “Piano per l’After LIFE”: gestione del progetto, inclusa la redazione dei report periodici, delle attività di monitoraggio e redazione del “Piano per l’After LIFE”.

Responsabile: TREVI
Collaboratori: UNIBO, ICOMIA, Comune di Cervia

 

lifemarinaplanplus gantt

This project has received funding from the European Union's LIFE Programme under grant agreement No LIFE15 ENV/IT/000391

TREVI S.p.A.
Via Dismano 5819
47522 - Cesena (FC) - Italy
Registro Imprese di Forlì-Cesena n. 151636
P.IVA VAT NO. 00002890408
Capitale Sociale € 32.300.000,00 i.v.
E-mail: gpreda@trevispa.com
Ufficio: Via Dismano 5819 - Cesena (FC)
Ph: +39.0547.319311
Fax: +39.0547.318542
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info